La leggenda del gufo

gufo

Si narra che la Dea creo tutti gli animali…

Poi un giorno riguardando il gufo,si pentì di averlo fatto così bizzarro,con gli occhi così grandi e con le sue strane abitudini notturne,così decise di fargli un dono,facendolo diventare l’animale della buona sorte.Avrebbe portato  fortuna nella vita di chi lo teneva con sè senza timore.

Gufo,gufo della notte oscura,

che porti via fame e paura

veglia su tutte le nostri genti,

vecchi,bimbi e sugli armenti.

Col tuo canto,

che può far paura,

tienici amici con madre natura.

E fate,gnomi,fastidiosi folletti,

non potranno più farci dispetti.

 

Siate benedetti

In principio…

In principio, l’universo era vuoto, un grande manto nero.

Le uniche creature esistenti erano, il Padre e la Madre, i Fondatori.

Un giorno, questi Fondatori, decisero di creare i pianeti.

Il primo pianeta creato fu la Terra.

Non come la conosciamo noi, inizialmente era una grande massa di roccia, come un grande sasso.

Poi si misero a modellare questa roccia, come un’opera d’arte,
iniziarono col creare il cielo e il mare.

Crearono le montagne, i prati, gli alberi e tante altre cose, come se stessero dipingendo un quadro.

Finito il lavoro, crearono i primi esseri viventi, gli animali.
Ne crearono di molti tipi, e di diverse misure, li misero nel mare, nelle montagne, nei prati e persino in cielo.

Finiti gli animali, pensarono di creare 4 spiriti,
per proteggere il loro creato ed aiutare gli esseri viventi.

Questi 4 spiriti erano il fuoco, l’acqua, la terra e l’aria, che sono ancora in mezzo a noi ,ma i Fondatori, gli hanno dato il potere di essere invisibili.

Poi crearono la prima Dea, Diana, aveva il compito di gestire il funzionamento dei mari, della terra, dei prati e di tutto il creato.

Per riuscire a controllare al meglio la Terra, decisero che lei non doveva abitarci, quindi crearono un pianeta dove farla vivere, la Luna.

La Madre guardò la loro opera, ormai la Terra era finita e Diana controllava tutto ,ma mancava ancora qualcosa, la luce.

Così i Fondatori decisero di creare un Dio, Lucifero, il portatore di luce.
Aveva il compito di illuminare la Terra e di riscaldare i suoi abitanti, crearono un pianeta dove farlo vivere, il Sole.

I fondatori decisero di fare l’ultimo ritocco al loro capolavoro e crearono gli esseri umani, che dovevano procreare e vivere in pace e armonia con la natura e gli animali.

Diana e Lucifero erano come fratelli, lavoravano insieme per dare la luce e l’oscurità alla terra,
per far cambiare il tempo e aiutare la natura e tutti gli esseri viventi.

Lei era molto attratta dalla luce di lui e un giorno decise di andare a trovarlo, spostò la Luna verso il Sole e quel giorno ci fu la prima eclissi.

Quando Diana si incontrò con Lucifero, fu amore a prima vista, restarono assieme solo poco tempo, per non creare difficoltà sulla Terra.

Prima di andarsene la Dea diede un bacio al Dio, si udì una grossa esplosione, un evento mai visto prima: come dei fuochi d’artificio, si crearono dei puntini luminosi in tutto l’universo, le stelle.

Da quel giorno Diana e Lucifero hanno continuato a fare i loro brevi incontri e li fanno tutt’ora.

In uno di questi incontri i due Dei si sono uniti, tra il buio dell’eclissi si poté vedere un grande bagliore in cielo, una stella con una scia di luce, che attraversò tutta la Terra, era una Cometa, annunciava l’arrivo della loro figlia, Aradia.
Quando guardate in cielo, ricordatevi degli Dei che ci guardano da lassù e di Aradia
che veglia su di noi.