Il tempo

A lungo ho lottato

rincorrendo l’anima mia,

legata da un esile filo,

tra le polveri del passato

e le ansie del futuro,

radendo una pazzia

che un senso non ha.

Non c’è più luce nei miei occhi

e sangue ormai

più non scorre

dal mio cuore,

come perse son nella bocca

le mie parole,

mentre l’anima s’annida

impalpabile e appagata

come ombra tra le ombre.

Accarezzo la mia tristezza

e bacio la mia solitudine,

sotto queste stelle immobili

d’un tempo senza tempo,

tra questi silenzi

che circondano il nulla,

e vile,sconfitto,

lento svanisco.

-Il tempo di Angelo Valenzano-

Amarti ora

Amarti ora – di Angelo Valenzano

Amarti così
come una volta,
con gli ostacoli da superare,
col coraggio di lottare,
amarti con la paura
di perderti,
anche a costo
di non averti.
Amarti con le lacrime
agli occhi,
con la disperazione
di chi vuol urlare
ma deve tacere,
di chi vuol guardarti,
ma non può vedere,
di chi vuol ascoltarti,
ma non può udire.
Amarti semplicemente,
come solo
un cuore innamorato
può chiedermi di amare.
Amarti ora…
smarrito e sperduto,
tra un sorriso e un pianto,
mentre con l’inchiostro
di lacrime
e la penna del cuore
son qui a scrivere ancora
di questo amor vissuto,
e mai perduto,
di questo amor
che dentro di me
ancora vive.